SVILUPPI ECONOMICI 2017 – CRITICITA’

1178
Ashampoo_Snap_2017.11.17_10h34m17s_007_downloadSVILUPPI ECONOMICI 2017 – CRITICITA’

Alla Direttore Generale della

Direzione Generale per l’Organizzazione

Dott.ssa Marina Giuseppone

Alla Direzione Generale per l’Organizzazione Servizio II

La scrivente O.S., non firmataria dell’accordo sulle progressioni economiche 2017, in relazione alla procedura adottata per lo svolgimento delle stesse, raccogliendo le numerose segnalazioni pervenute dai lavoratori, rappresenta di seguito alcune gravi criticità oggettivamente riscontrabili. In linea generale, premesso che l’attività formativa del personale avrebbe richiesto una tempistica più ampia, se da una parte non stupisce nel merito la mancanza di una posizione adeguata alle circostanze da parte dei confederali, dall’altra sicuramente non può ritenersi accettabile un atteggiamento altrettanto imprudente da parte dell’Amministrazione. A ciò si aggiunga che:

– l’applicativo utilizzato per compilare e inoltrare la domanda di partecipazione in molti casi non recepisce correttamente i dati relativi all’anzianità di servizio, evidenziando inoltre diffusi errori nell’attribuzione della fascia economica di appartenenza; – I dati presenti nel SIAP non risultano aggiornati con le modifiche degli stessi successive agli sviluppi economici del 2016; – L’istituzione di un unico servizio per la segnalazione di eventuali criticità tanto amministrative quanto di tipo tecnico non consentirà, a nostro avviso, la risoluzione delle stesse in tempi adeguati alle scadenze previste;. – La circolare n. 265/2017, che informa e disciplina in merito alla possibilità di effettuare la simulazione della prova, indica come necessari per l’utilizzo degli applicativi alcuni standard dei quali una percentuale non trascurabile dei software in dotazione al personale presente sul territorio nazionale risulta sprovvista;

Si segnala in ultimo che scaricare sugli Uffici periferici l’onere del reperimento e dell’organizzazione delle postazioni, sia quelle per le simulazioni della prova che quelle per sostenere la prova effettiva, è in contrasto con i principi fondamentali che dovrebbero regolare l’attività istituzionale del Mibact , ma, soprattutto, non offre alcuna garanzia sul buon esito dell’intera procedura. Tutto ciò premesso, risulta evidente che, senza i necessari e urgenti correttivi, saranno inevitabilmente perpetrate gravi discriminazioni fra i lavoratori. La FLP avverte fin d’ora che, qualora le criticità sopra segnalate non fossero risolte nel più breve tempo possibile, sarà costretta ad avviare una formale vertenza non escludendo iniziative legali di massa.

Roma, 17 novembre 2017
Il Coordinatore Generale FLP BAC
(Rinaldo Satolli)

SHARE